labirintow

La psicodiagnostica si occupa della valutazione e della diagnostica psicologica, personologica e psicopatologica, attraverso l'utilizzo integrato di questionari di personalità, batterie e tecniche testistiche, colloqui clinici, esami neuropsicologici e valutazioni osservative. Le tecniche e gli strumenti variano in base al contesto e allo scopo della valutazione, alla fascia evolutiva di appartenenza dei soggetti, all'orientamento teorico e alla formazione specialistica del valutatore. La Psicodiagnostica, oltre ad essere utilizzata nei più svariati campi applicativi e professionali, dalla selezione del personale all’ambito giuridico-peritale, si pone, oggi, come momento imprescindibile di conoscenza della persona e, dunque, di valutazione del percorso terapeutico più efficace da intraprendere. In particolare, sempre più ad oggi fare psicodiagnosi significa costruire un profilo globale del funzionamento psichico del paziente, integrando una molteplicità di dati, ricavati dalle principali fonti di informazione:colloquio clinico, osservazione, raccolta anamnestica, test, ect.

OBIETTIVI

Il Master si propone di fornire competenze al clinico che gli consentano di somministrare e interpretare i più importanti test di personalità, di intelligenza e neuropsicologici finalizzati alla valutazione clinica e psicopatologica. Inoltre è capace di stilare relazioni cliniche nell’ambito della psichiatria e della psicopatologia, della neuropsicologia e di stilare relazioni peritali nell’ambito della psicologia e psichiatria forense.

DESTINATARI

Laureati in Psicologia (triennale e specialistica)che vogliono ampliare le proprie competenze nell’ambito della valutazione e della diagnosi psicologica, personologica e psicopatologica.

TITOLO CONSEGUITO 

Ai partecipanti verrà rilasciato il titolo di “ESPERTO in PSICODIAGNOSTICA”.

DIRETTORE SCIENTIFICO

Dott. Prof. Raffaele Sperandeo - psichiatra e psicoterapeuta

DIRETTORE DIDATTICO

Dott.ssa Nicole Nascivera

psicodiagnostica1w

DOCENTI

Dott.ssa Nicole Nascivera Psicologa – Psicoterapeuta, Esperta in psicodiagnostica clinica e peritale; responsabile coordinamento e gestione della sede ISM di Torre Annunziata.
Dott.ssa M.Fusco Psicologa, Psicoterapeuta, Docente di Psicopatologia dell’infanzia presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Gestaltica Integrata (SIPGI)
Dott. M. Architravo Psicologo, Psicoterapeuta, Esperto in Psicodiagnosi infantile nei contesti giuridici, Giudice Onorario presso il Tribunale di Napoli
Dott.ssa V. Iorio Psicologa, Psicoterapeuta, Esperta in Psicologia Giuridica
Dott. Davide Di Sarno Psicologo, Psicoterapeuta in formazione presso la SiPGi, Esperto in Psicodiagnosi Infantile
Dott.ssa Elvira Balzano Psicologa e Psicoterapeuta Sistemico Relazionale e Familiare. Esperta nel campo della Neuropsicologia, ha lavorato con pazienti psicotici ed affetti da demenza.

PROGRAMMA

MODULO I: LA DIAGNOSI IN PSICOLOGIA CLINICA DEGLI ADULTI

In ambito psicologico la diagnosi rappresenta un processo descrittivo la cui finalità è quella di determinare il funzionamento di un essere umano sotto l’aspetto comportamentale, psicologico e psicopatologico grazie al quale è possibile la messa a punto di una adeguata terapia. Il compito dello psicologo che effettua una diagnosi è quello di definire il funzionamento di un paziente attraverso la descrizione delle sue dinamiche comportamentali che comprendono i suoi vissuti, le sue relazioni e le modalità psicologiche e patologiche che ne sono alla base.
La diagnosi psicologica evidenzia e descrive l’unicità dell’individuo attraverso la comprensione dei suoi aspetti emotivi e cognitivi, orienta verso una strategia terapeutica ed è in uno stato di continuo “work in progress” in grado di essere modificata sulla base dei cambiamenti che avvengono durante l’intervento terapeutico. Essa è un processo attivo di raccolta, analisi ed integrazione delle informazioni.
Pertanto, essa non può coincidere con la semplice applicazione routinaria di strumenti testologici, piuttosto, rappresenta la risposta ad una domanda che - nascendo in uno specifico contesto clinico - richiede l'acquisizione di specifiche competenze, che permetteranno di raccogliere informazioni e di prendere decisioni che saranno la base di scelte fondamentali per il cliente.
In quanto strategiche, le informazioni e le decisioni dovranno adattarsi alla specificità contestuale e relazionale delle diverse situazioni che si presenteranno alla consultazione dello psicologo clinico.
In quest'ottica, la psicodiagnostica clinica deve essere basata, allo stesso tempo, sulla conoscenza approfondita delle potenzialità e dei limiti degli strumenti che lo psicologo inserisce nel proprio bagaglio tecnico.

  • La valutazione clinica, colloquio clinico, esame psichico e raccolta dei dati anamnestici;
  • osservazione fenomenologica;
  • scelta e somministrazione dei test psicodiagnostici nei diversi ambiti di applicazione
  • Scale di Valutazione delle principali sindromi Cliniche secondo il DSM V in comparazione con il DSM IV TR
  • MINI e DES, HAMILTON A e D
  • SCL 90
  • Valutazione della personalità (TCI, BIG-FIVE, SCID-II -DSM-IV TR/DSMV-, PID, MMPI-2-RF)

MODULO II: PSICODIAGNOSTICA DELL’ETÀ EVOLUTIVA

La plasticità del funzionamento mentale e la discontinuità dello sviluppo bio-psico-sociale nell'infanzia e nell'adolescenza necessita di una fluidità ed una grande apertura mentale ed emotiva nell'affrontare la diagnosi in età evolutiva. Questo modulo si propone come obiettivi fondamentali fornire competenze specifiche per la valutazione clinica dell'infanzia e dall'adolescenza, ma soprattutto competenze teorico-pratiche per affrontare un assessment psicologico in area cognitiva, affettiva e relazionale. Attraverso, infatti il colloquio clinico, test di intelligenza, metodi proiettivi, osservazione psicodinamica sarà possibile analizzare l'evoluzione, il funzionamento e la complessità dello sviluppo psicologico in età evolutiva.

  • La diagnosi nell’infanzia e nell’adolescenza
  • CBCL
  • Wppsi: utilizzo e ambito di applicazione (clinico/giuridico)
  • Wisc: utilizzo e ambito di applicazione (clinico/giuridico)
  • Disegno e gioco libero come strumenti di valutazione.
  • TEST GRAFICI: test della famiglia, della figura umana e dell’albero, bambino sotto la pioggia
  • La consultazione in adolescenza in funzione della diagnosi e presentazione di un modello di lavoro: MRO
  • Test K, Test Roberts e questionario SAFA - Analisi del movimento: self-motion (per le disprassie)
  • TECNICHE PROIETTIVE: CAT, FAVOLE DI L.DUSS
  • BVN – Batteria Valutazione Neuropsicologica
  • MMPI-A


MODULO III: LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA

La valutazione neuropsicologica è un processo diagnostico che mira alla comprensione e misurazione del funzionamento cognitivo di un individuo in seguito ad una lesione cerebrale. Essa consente di definire la presenza e la gravità dei deficit cognitivi dei pazienti con danni/disfunzioni cerebrali di varia eziologia (es. ictus, demenze).
Delineare e comprendere il funzionamento cognitivo dell’individuo consente di comprendere se quest’ultimo è normale per l’età del soggetto e se vi sono delle abilità cognitive compromesse o mal funzionanti. Inoltre, permette di fare diagnosi precoce di alcune malattie neurologiche che, in certi casi, possono non avere riscontri neurologici o neuroradiologici (es., demenze degenerative in fase precoce) e fare diagnosi differenziale (es., demenza vs depressione).
L’obiettivo del programma è appunto quello di fornire gli strumenti per poter effettuare una valutazione neuropsicologica. A tal fine verranno forniti strumenti sull’utilizzo di alcuni test neuropsicologici e di livello, nonché informazioni sull’importanza del colloquio neuropsicologico con pazienti e familiari ai fini di un corretto inquadramento diagnostico.

  • La diagnosi neuropsicologica
  • RBANS
  • FAB- FrontalAssesmentBattery
  • MMSE
  • Esame Neuropsicologico Breve (ENB-2)
  • Matrici Attentive di Raven
  • WAIS IV

NOTE AL MASTER

Il Master prevede 150 ore teorico-pratiche. Inizia nel mese di gennaio 2017 e termina nel mese di febbraio 2018.
Le lezioni si svolgeranno presso la nostra sede di Torre Annunziata in via Dante, 1/D.
La frequenza è di un weekend al mese, il sabato dalle ore 9.30 alle ore 18.30 (pausa pranzo dalle ore 13.30 alle ore 14.30) e la domenica dalle ore 9.30 alle ore 13.30.

INFO

Sono aperte le iscrizioni e i colloqui di orientamento. Per info, costi e ulteriori informazioni è possibile contattarci telefonicamente ai numeri 081/5364876 - 081/5364367 oppure scrivendo una mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

SCARICA IL PDF STAMPABILE

ISCRIZIONI

Per le iscrizioni potete contattarci all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

NB: il presente programma potrebbe subire variazioni